AUGURI ALE!
1

AUGURI ALE!

Tanti auguri di buon compleanno al nostro tettologo. Scusate, intendevo tuttologo! Gia’, perche’ il nostro Ale e’ un grandissimo esperto, forse il piu’ grande esperto di:
colazioni da Marando (in compagnia di losche compagnie)
donne, perche’ lui e’ sempre stato un grandissimo figologo ortodosso. O meglio, lo era prima che conoscesse la sua bella Lucia, unico e vero amore della sua vita (ma in precedenza e’ stato il sogno erotico di tutte le ragazze e donne della Vallesina e non solo)
geografia (con diverse specializzazioni nelle province)
stelle, non intendiamo gli astri (o sara’ esperto anche di quelli?!) ma bensì delle star della musica e del cinema. Ricordiamo anche la sua parentela con Bud Spencer
storia (con legami reali e comprovati che lo avvicinano anche alla banda della Magliana)
musica gia’, perche’ il nostro Alessandro e’ un esperto di musica, in particolar modo di quella colta e jazz, riconosciuto ed apprezzato dalla critica e dai maggiori festival. E’ stato piu’ volte acclamato ospite dell’Umbria Jazz, sia nelle edizioni estive di Perugia che in quelle invernali di Orvieto
cinema, Alessandro non e’ un semplice appassionato, ma un vero cinefilo impulsivo. Le sue critiche riempiono le pagine di famosi giornali, riviste specializzate e blog, oltre a dispensare amici, parenti, conoscenti e sconosciuti con consigli per visioni di film programmati in tv e nei piu’ sgarrupati cinema di provincia, oltre a presiedere giurie dei maggiori film festival mondiali
birra perche’ Alessandro e’ anche un grande imprenditore e produttore di birre vincitrici di prestigiosi premi
nani sardi
sport, Alessandro e’ un grande tifoso dello sport in generale e sportivo dentro. Amante e praticante in particolare di sport quali il ping pong, il beach tennis e soprattutto l’importatore, il re, il mago del calciotennis. Da anni incanta ogni estate migliaia di turisti sulle spiagge della riviera, soprattutto quella del Camping Domus con le sue prodezze da brasiliano, ma mai fare l’errore di conforderlo per uno straniero
calcio, innumerevoli le sue sciarpate, le giornate passate allo stadio e sui pullman per le gare casalinghe e in trasferta per seguire Jesina, Milan e Vallesina (pare abbia piu’ presenze lui che Maldini e Marasca). E’ stato lui, lavorando nell’ombra, ad insegnare a Sacchi prima e a Capello poi schemi e tattiche, a consigliare ai dirigenti rossoneri, Galliani in primis, talenti (anche in erba) che hanno fatto la storia del Milan e del calcio mondiale: Rui Costa, Rijkaard, Kaka’, Van Basten sono per citarne alcuni. Oltre ad essere un antijuventino militante, negli ultimi tempi (anche se crediamo lo sara’ per ancora molto molto tempo) e’ divenuto un milanista dissidente.
Appese le scarpe al chiodo, perche’ ricordiamolo, Alessandro e’ stato un grandissimo giocatore di calcio prima e di calcio a 5 poi, ma gli infortuni (il Fato lo accomuna ad uno dei suoi maggiori idoli o meglio scoperte e allievo: “il cigno di Utrecht”: entrambi questi campioni sono stati accomunati dalla passione per il calcio ed il Milan, e la sfortuna di avere le caviglie di cristallo) ci hanno privato il piacere di vederlo ancora in campo. L’ultima volta che ha disputato una partita ufficiale ha realizzato 5 goal in soli 151 secondi trascinando il Vallesina alla vittoria che ha deciso il campionato.
Ma il Fato lo ha fatto nascere anche lo stesso giorno dello Special One, uno degli allenatori piu’ vincenti di tutti i tempi. E come quest’ultimo anche Alessandro e’ un grande mister, e di certo non meno blasonato del portoghese avendo vinto innumerevoli volte i tornei di Liceo, Minonna, San Francesco, San Sebastiano e San Pietro Martire (forse tutti questi santi ci staranno comunicando qualcosa? Il nostro Alessandro verra’ santificato un giorno?)
scrittore almeno di pagelle. Ogni anno le sue #pagelledelboff sono attese con ansia e temute allo stesso stempo, lodate e criticate, ma sempre ascoltate in religioso silenzio e provocatrici di rumorose e scomposte risate
whatsapp in realta’ ne e’ l’inventore, ma non ha voluto prendersi i meriti di questo prodotto della tecnologia, essendone comunque il maggior utilizzatore mondiale
fantacalcio, ma non solo per passatempo: lui e’ un vero fantacalcista professionista. Forse nessuno al mondo ha fatto tanti fantacalcio ne’ vinti cosi’ tanti quanto lui. O almeno la leggenda cosi’ narra. Gia’, perche’ il nostro caro Alessandro in fondo e’ un grandissimo cantastorie. Un menestrello, un trovatore
muratura e impalcature, perche’ non dimentichiamolo, Ale e’ anche un gran lavoratore
Ma oltre a tutto questo Alessandro e’ soprattutto un gran chiacchierone. Scusate l’errore di battitura. Alessandro e’ un gran compagnone, padre, compagno e amico fedele, in grado di mantenere i piu’ importanti segreti e tenerci compagnia con i suoi racconti e la sua contagiosa allegria. Tanti auguri di buon compleanno ad Alessandro Abbruciati!

One comment

  1. Vallesina
    posted on Gen 26, 2016 at 3:34 PM    

    Si ringraziano MF e PT per alcuni preziosi suggerimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ASD Vallesina